Archivio Autore

Golfissazione chiude i battenti

alessandra-donati-golfQuesta è una lettera di saluto, caro lettore. Non sto più scrivendo di golf, te ne sei accorto?

Il mio sito golfissazione ha più di 4 anni, ho scritto regolarmente circa 4 post al mese per 4 anni.

Adesso non scrivo più niente qui.

GOLFISSAZIONE CHIUDE.

Ha fatto il suo servizio. Mi ha fatto conoscere tante belle persone, regalato emozioni con le clinic di golf e mi ha consentito di OSARE. Ho OSATO scrivere un piccolo libro (Tutti pazzi per il golf), un ebook (10 passi per imbucare a golf e nella vita) e inciso un audio ipnotico (audio-golf).  E poi, ho osato proporre clinic di golf mentale! Ho osato OSARE. E tu, lettore carissimo, me lo hai consentito se sei ancora qui a leggere questo post.

headerbg2

Sai, ora credo nell’abbondanza dell’Universo, negli Angeli e nella Sincronicità.

Tutto ha cospirato per arrivare a questo mio momento di commiato con te. Ricordi quando ad aprile 2013 il sito golfissazione è andato in tilt cancellandosi completamente? Quella la prima sincronicità. In quel periodo sono stata contattata da Andrea Zanardelli per scrivere sul suo Golf Academy.

Poi il Theta Healing di luglio mi ha guarito da una malattia evitandomi l’intervento. Di qui ho capito che la MAGIA esiste e l’universo è una fonte continua di abbondanza. Questa è stata la seconda sincronicità. “E’ di questo che devi occuparti”, mi ha detto una signora che canalizza le voci degli angeli: “devi portare la magia e l’abbondanza nella vita delle persone. Come tu attrai abbondanza anche gli altri possono farlo. Insegna loro la via!”

Sincronicità numero 3: A luglio, al corso di Theta Healing ho chiesto di manifestare 2 siti internet.

Il primo, Paradiso in Terra l’ho costruito con l’aiuto di un amico a cui avevo già pagato un servizio non sfruttato (e quindi non ho pagato NIENTE!)

Il secondo, Tuscanybyexperts è in costruzione e l’insegnante di Theta Healing, Nancy, è la mia webmaster! Lei mi sta costruendo il sito, voleva essere parte della mia manifestazione!

Da una settimana, ho chiesto agli angeli di trovarmi una persona GIUSTA che mi aiuti a caricare le case sul sito, a contattare i proprietari e quant’altro. Sincronicità numero 4: ho mandato una email ai volontari di Croce Rossa, di cui faccio parte, chiedendo se conoscevano qualcuno con competenze specifiche  (conoscenza inglese, computer, fotografia…) e ho trovato più di un’anima simile alla mia!

Quando è il momento di fare delle scelte nella vita ecco che si presentano queste “sincronicità”. Basta riconoscerle e agire subito.

Adesso è giunto il momento di salutarti, caro lettore.

Ti richiedo un’azione. Se vuoi continuare a seguirmi su Paradisointerra iscriviti qui lasciando nome ed email in fondo a questa pagina:

ParadisoinTerra

Altrimenti dal 1 febbraio  ti cancellerò dalla mia lista di iscritti. 

 

Se stai leggendo queste parole tu sei stato parte della mia evoluzione/trasformazione e ti sono infinitamente grata di questo.

Ti sono immensamente grata per avermi letto, seguito e forse per aver comprato il mio libro cartaceo o il mio ebook.

Scrivendo di golf sono arrivata a scoprire la mia vera mission, che è quella di aiutare le persone ad essere più felici godendo di una vita piena di senso. Hai notato, vero, che alternavo articoli di golf mentale con articoli sulla felicità/crescita personale? 

Non ho abbandonato il golf, anzi! Gioco sempre 3 mattine a settimana e incredibilmente sto giocando meglio, molto più sciolta e libera da paure. Mentre scrivevo di golf sentivo di dover “dimostrare” di applicare i miei tips mentali e quindi di essere brava e NON LA ERO AFFATTO!

In ogni caso ti confesso che la decisione presa, per quanto difficile, di chiudere golfissazione, mi ha sollevato. E’ una scelta, e scegliere libera.

C’è una cosa che mi piacerebbe donarti.resized_libro2DEF

Il mio libro cartaceo “Tutti pazzi per il golf” se ancora non lo hai comprato.

Me ne restano circa 100 copie e mi piacerebbe che qualcuno lel leggesse! Se vuoi il libro (o se vuoi anche tutte le 100 copie) chiedimelo scrivendo a golffissazione@gmail.com Oppure scrivimelo nei commenti.

Ti chiedo solo le spese di spedizione arrotondate per eccesso, 3 euro a libro singolo. Se invece ne vuoi 10, 20, 100 copie te le invio tramite corriere con spese di trasporto a carico tuo. Ad esempio se hai un proshop puoi regalarlo ai tuoi clienti quando comprano qualcosa. Se abiti vicino a me vieni a prendere le tue copie a casa mia!

Dal 1 febbraio cancellerò anche la possibilità di acquistare il mio audio e il mio ebook. Non cancellerò il sito www.golfissazione.com che però resterà fermo.

Ringrazio tanto me stessa perché grazie a golfissazione ho conosciuto tanti cari amici come Nicoletta, Alessio, Lorenzo, Alfredo, Massimo, Fred, Gianni, Daniela, Silvana… Ma non li ho persi perché io CONTINUO a giocare a golf, meglio di quando ero golfissata!

Ringrazio Lorenzo Bosisio che ha condotto magistralmente le mie clinic, portando valore ai partecipanti.

Ringrazio Piernicola De Maria che mi ha spinto ad organizzare le clinic “mente-tecnica”, facendomi uscire dall’anonimato del COMPUTER.

Ringrazio Andrea Zanardelli che mi ha ospitato su GolfAcademy, da adesso non scriverò più neanche lì.

Ringrazio Fred Résseguier e Alfredo Maccolini per le loro bellissime storie scritte sul mio blog, che ho intenzione di pubblicare in un libro col loro permesso prima di chiudere definitivamente il sito.

Se qualcuno di voi ha una casa in Toscana da affittare ai turisti stranieri a settimane MI CONTATTI per favore! (tel 347 3625382)

Se qualcuno di voi viene a giocare al Cosmopolitan mi contatti per favore!

Se qualcuno di voi ha desiserio di portare più felicità nella sua vita si iscriva a Paradiso in Terra.

Saluto tutti con questa foto che rappresenta l’alba delle mie nuove scelte e con le 4 parole di O’Hoponopono che rappresentano l’essenza di ciò che la mia mente vuol comunicare alla mia anima:

mi dispiace  (di chiudere golfissazione)

perdonami (per aver indugiato a lungo sulla via Giusta per me)

ti amo (perché in ogni momento ho fatto la scelta migliore che mi ha portato ad essere la persona di oggi)

grazie (perché anche questa scelta è un’evoluzione)

Un abbraccio forte  di sincero affetto a tutti voi. albamonte

 

GIOCO a golf, finalmente!

a Roma-Antonella's birthday 008Sono 13 anni che gioco a golf con alti e bassi. Ho avuto dei momenti di splendore, gare vinte, soddisfazioni paradisiache.

Dal 2009, il BUIO. La lenta, inesorabile, discesa agli inferi.

leggera ripresa nel 2011, grazie al mio audio-golf, alle dritte di qualche professionista, alle mie tecniche mentali.

Ma NIENTE che smuovesse davvero il masso della SFIDUCIA, dell’INCERTEZZA DEL COLPO, della PAURA del backswing, dell’ANSIA da gara, dell’ATTACCAMENTO al risultato (score), dell’ASPETTATIVA di un buon gioco, dell’ILLUSIONE di poter migliorare.

Adesso che ho acquistato un pò di lucidità ho finalmente perso la fissazione per il PUNTEGGIO: che importanza ha lo score quando colleziono colpi brutti? Se in un par 5 la palla arriva in buca con 4 rattoni + 2 putt faccio un bogey ma mi DIVERTO? NO!

Domenica scorsa ho affrontato una gara dopo mesi che le evitavo. Non è andata bene, i residui di ansia da gara sono riaffiorati. Ho fatto 29 punti giocando non benissimo ma:

– Adesso SO come eseguire un buon colpo, ho FIDUCIA che la palla si alzi correttamente, mi DIVERTO giocando a golf

– Mi celebrity porn alleno due volte a settimana e SENTO che il mio gioco migliora

Oggi sono tornata a giocare per dimostrare a me stessa che il risultato della gara di ieri non mi rappresenta più: ho giocato meno 2, divertendomi e alzando bene QUASI tutte le palle 

In gara ieri non ho provato ansia da gara, ma solo vecchi momenti di BUIO (del tipo: a cosa devo pensare per eseguire uno swing corretto?), di PAURA (come si girano le spalle nel backswing?) di INCERTEZZA (sono a 80 metri dalla bandiera: uso un pitch, un nove o un otto? Uso l’8 perché meglio lunga che in acqua…) ma rispetto alle altre volte vedevo momenti di LUCE: buoni approcci, qualche bel colpo come dico io, qualche lungo putt imbucato.

Ho visto con grande piacere la mia amica Nicoletta, che ha partecipato a due delle mie clinic, con la quale condivido questi pensieri ansiogeni golfistici. Vorrei fare un patto con lei: trasformiamo da ADESSO il nostro golf in un gioco divertente… (vedi suggerimento alla fine del post)

Ho deciso che è giunto il momento di ammortizzare l’ansia da gara facendo più gare possibili, trasformando la gara in una passeggiata-gioco-divertimento.

lagogolf

               Vuoi sapere come sto trasformando l’ansia in piacere?

Rimotivandomi. Ho chiesto a mio marito di giocare con me, di aiutarmi nell’allenamento. Lo facciamo la sera, in casa, con tanti swing a vuoto. Ti assicuro che è facile sentire quando lo swing è giusto e quando non lo è. La vera motivazione, porno gay per me, è ritrovare l’entusiasmo dell’inizio, di quando MIGLIORAVO facilmente. Voglio ritrovare la voglia di divertirmi, di restare concentrata, di non lasciare AL CASO alcun colpo di golf.

– Ripetendomi mentalmente che il golf per me è facile-piacevole-divertente. E’ questo il suo scopo, non ce ne sono altri. Gioco per la gioia del cuore  e non devo dimostrare niente a nessuno. Voglio che sia di nuovo una sfida, un modo per superare i miei limiti. I limiti sono solo nella mia mente, non c’è niente di FISICO che mi impedisca di giocare bene. La mente MENTE, cioè dice bugie. Dice che è difficile girare bene le spalle ed eseguire un buon colpo, ma io ho scelto di non crederci più. Dico a tutti che il golf per me è salute, gioia, divertimento ed è questo che sta diventando. 

– Smettendola di voler trasformare il golf in un “LAVORO”.  Non esiste il “Santo Graal” del golf. I miei sistemi mentali a volte funzionano, ma la voglia di divertirmi funziona molto di più. In questo mi ha molto aiutato il mio nuovo sito www.paradisointerra.com, grazie al quale mi concentro su come offrire informazioni di valore alle persone che mi leggono (e quindi le assorbo anch’io da libri e seminari)

Anche tu come me sei fra coloro che hanno bisogno di ritrovare il divertimento a mobile porn golf?

Mi sento sinceramente di suggerirti un auto-condizionamento affermando a gran voce ad ogni persona che incontri e a te stesso che da oggi hai deciso di divertirti. Dillo in tutti i modi possibili, aiutati come puoi con lezioni, allenamenti e vai sul tee della uno sorridendo ed esprimendo GRATITUDINE per poter giocare questo meraviglioso gioco fatto di alti e bassi.

Le affermazioni sono come medicine. Quando avrai ripetuto 1000 volte che il tuo gioco del golf è facile e divertente è così che diventerà!

P.S.

lascia nome ed email sul mio nuovo sito “ParadisoInTerra”: le mie INFO dal Paradiso ti AIUTERANNO nel golf, come stanno facendo con me. Clicca QUI (vai in fondo a sinistra per lasciare nome ed email e ricevere le 21 info dal paradiso). Ovviamente fallo SOLO se hai TEMPO e VOGLIA di leggerle e metterle in pratica!

 

 

Che tipo di golfista donna sei?

swing di golfRiesumo un vecchio articolo dove descrivo persone che conosco e dove però mancavo IO! Io sono l’ultima, la numero 6. E tu, amica golfissata, riconosci qualche amica che può assomigliare a questi 6 profili? E tu riconosci TE STESSA? Che tipo di golfista sei? Raccontamelo nei commenti!!

o1. L’ambiziosa. Da 7 a 18 di handicap, gioca bene il suo handicap e talvolta anche sotto, quindi vince parecchie gare. Ha uno swing aggressivo e lungo, supera di gran lunga molti golfisti maschi. Prende lezioni 2-3 volte al mese, gioca 3-4 giorni a settimana e si allena almeno un’ora ogni volta, sul gioco lungo e su quello corto. Anche quando non è in gara vuole emergere sugli altri e dimostrare di essere la migliore, se è in giornata “no” e gioca male diventa intrattabile. In questi momenti mette il muso e fa capire chiaramente che non vuole essere disturbata, altrimenti risponde male. Più si arrabbia e più gioca male, arriva anche a sprecare dei colpi facili sbagliandoli quasi apposta perché fatti di fretta, quasi con l’intenzione di “punire” il campo. Quando è tranquilla e gioca bene è piacevole, conosce bene le regole del gioco e aiuta volentieri i compagni. E’ corretta nel segnare il suo punteggio e quello degli altri. E’ instancabile e partecipa a tutte le gare possibili nel suo campo e fuori.

2. L’imbranata buona. Non è classificata, ha fatto solo qualche gara per cercare di prendere l’handicap, per ora non ci è riuscita. E’ un po’ impaurita, anche se ha dato l’esame delle regole in realtà chiede continuamente cosa deve fare in questa e quella circostanza. Il primo colpo dal tee della buca uno è quasi sempre un disastro e a questa buca maledetta non è ancora riuscita a segnare un punto. Quando arriva in green con un numero adeguato di colpi per fare il suo doppio bogey fa 3 putt, segnando così un solo punto. Grazie alla fortuna dei principianti qualche volta nei par 3 riesce a mettere la palla in green segnando un par o un bogey a seconda dei putt e allora esulta di felicità. I suoi approcci al green sono tutti casuali, in genere sono “toppini” o “flappe” penose e i suoi colpi dal fairway inguardabili. Davanti a un lago trema di paura e lo dichiara, così ogni palla finisce in acqua, il che le rende impossibile segnare la buca. Ogni tanto le parte un bel colpo e allora le si riaccende la speranza che la prossima volta giocherà meglio.

tirrenia !!!!!! (23)3. online pharmacy L’imbranata cattiva. Alla larga da quelle come lei! Gioca 36 di handicap ma non siamo sicuri che nella gara in cui ha preso l’handicap abbia segnato bene il punteggio… Quando sbaglia dà sempre la colpa al povero marito sottomesso, lo accusa di aver parlato, di aver fatto rumore o semplicemente di esistere. Bisogna stare attenti a non starle dietro mentre tira perché “le facciamo ombra” e le diamo fastidio. In gara “gufa” i compagni che giocano meglio di lei prevedendo il loro prossimo tiro, in genere dice: “Ora farai un bellissimo drive, beato te, io tiro corto e tu invece…” Oppure dice: “Scommetto che ora metti la palla in green vicino alla bandiera e poi fai un solo putt… così puoi fare 5” Non ho ancora visto uno sventurato a cui è stato fatto un tale pronostico fare un bel colpo. Quando tira devo stare attenta a non fare il minimo rumore per non farla arrabbiare… Se sbaglia è colpa MIA!!

4. La distratta menefreghista. Gioca un handicap alto, da 30 a 36, è una compagna piacevole perché ha mille argomenti da trattare durante il percorso: ricette di cucina, performances dei figli, spettacoli televisivi… Bisogna sempre ricordarle che tocca a lei tirare, il golf è l’accessorio delle sue altre svariate attività in campo. Porta con sé la merenda e la condivide con i compagni, la panchina della buca 12 è il luogo ideale per i suoi pic-nic. Non dimentica mai il barattolino “tupperware” con i pinoli per gli uccellini. Ha un ottimo fair play, tira diverse palle in acqua sempre col sorriso sulle labbra.

5. La ladra. Questa gioca un handicap variabile da 12 a 36 e forse anche sotto 12: per i ladri non conta l’handicap. Spesso ammette l’errore se smascherata, ma se si rende conto che nessuno la osserva dichiara un colpo in meno di quelli effettivamente milf porn tirati. Se tira la palla nel bosco parte a razzo per cercarla e ogni volta la trova miracolosamente messa bene. Si guarda intorno quando deve fare un tiro dal rough per aggiustare la palla col bastone e quando fa air shot dice che era una prova!

Non so in quale di queste categorie inquadrare me stessa… Forse nel numero online payday loans 6. Ma temo di essere sola, di non assomigliare a NESSUNO!

a Roma-Antonella's birthday 0086. L’incostante. Questa donna gioca a golf da una vita intera, il suo handicap ha toccato il minimo di 19 per risalire fino a 23, (nel mio campo gioco 26, ma magari lo giocassi!) salendo una china che sembra inarrestabile. Le sue gare sono abbastanza penose, e per questo sempre più rare. Ha dei comportamenti fobico compulsivi come quello della paura del primo colpo col drive. Tira più lungo il ferro 5 del drive perché col drive non riesce a completare il backswing… Non tira i legni da terra,  passa dal drive al ferro 5. Gioca abbastanza bene i ferri e gli approcci per cui alla fine riesce a giocare una trentina di handicap ogni volta (e pensare che fino a pochi anni fa era costante nel giocare 22 di hcp sul suo campo). Ma ecco che talvolta entra la MOTIVAZIONE. Sì Sì Sì!!!!!!!!!!!!! La motivazione è tornare a divertirsi! Questa donna esige il divertimento in campo! Basta con le paure Ma paure DI CHE????????? Questa donna si allena come una pazza anche se ha sempre dichiarato di odiare l’allenamento e… sapete una cosa? Questa donna si sta di nuovo divertendo. Ancora non gioca al top, ma c’è stata una bella trasformazione.

Ti faccio il resoconto alla prossima gara, promesso.

Foto-barzellette

Prima delle foto una bellissima barzelletta:

La Signorina Bea, organista della parrocchia, aveva 80 anni e non era mai stata sposata.
La apprezzavano tutti per la sua dolcezza e i modi gentili.
In un pomeriggio di primavera il parroco andò a farle visita ed ella lo fece accomodare nel suo salotto in stile vittoriano mentre gli diflucan online preparava una tazza di tè.
Seduto di fronte al vecchio organo il giovane prelato notò che sopra vi era posata una ciotola di vetro piena d’acqua.
Incredibilmente sulla superficie galleggiava un preservativo.
Immaginate la sorpresa e la curiosità del povero prete!!
Poi rientrò la padrona di casa con tè e pasticcini e cominciarono a chiacchierare.
Il parroco per un po’ cercò di reprimere la sua curiosità riguardo alla ciotola piena d’acqua e quello che ci galleggiava dentro, ma ben presto non resistette più e chiese: “Signorina Bea, che cos’è quello?” indicando la ciotola.
“Ah, già” lei rispose “Non è meraviglioso? Stavo passeggiando in centro lo scorso autunno e ho trovato una scatolina per terra. Le istruzioni dicevano di metterlo sull’organo, tenerlo bagnato e avrebbe prevenuto le malattie. E sa una cosa? Per tutto l’inverno non ho avuto neanche un raffreddore!!!!”
============

 Dache cosa si capisce che questa è una caserma dei carabinieri?
1) dal fatto che c’è lo stemma? – noooo
2) dal fatto che c’è il cartello giallo di zona militare? – noooo
3) dal fatto short term loan che tutte le tapparelle sono chiuse? quasi……………..
Ti stai avvicinando ma ancora noooo…Guarda i BALCONI!!!!!
carab
p

cab

 

 

defghomq

q

Via dubbi, incertezze e ansie da gara

DSC_8125

 

Immagina una situazione-tipo di golf che ti mette

ansia –  dubbio –  insicurezza – aspettativa. Sono tutti potenziali superflui ossia energie che ti distolgono dalla concentrazione e rilassamento necessario per un buon colpo di golf.

Ad esempio immagina di essere alla buca 17 con un bello score e ti mancano 2 buche per mantenere/migliorare lo score. Oppure immagina di provare semplicemente ANSIA e sfiducia, collezionando colpi brutti. O di sentire insicurezza sul putting e quindi mancare spesso la buca anche da vicino. O di essere davanti a un lago dove sai che superi SOLO con un colpo dritto e preciso (e ti viene il dubbio di poterci riuscire). Oppure l’aspettativa di una bella gara in cui volevi DIMOSTRARE la tua bravura, prontamente DELUSA dalla realtà dei brutti colpi.

Immedesimati nell’emozione che ti fa creare potenziale superfluo

Allenati a lasciar andare aspettativa/necessità/paure/attaccamento al risultato in questo modo:

Stringi forte la pallina da golf  immaginando questa stretta come l’attaccamento al  tuo risultato di golf o alle tue paure.

Devi stringerla talmente forte da sentire quasi un dolore fisico. Il dolore rappresenta il tuo attaccamento all’emozione.

Poi chiediti:

Sono disposto a lasciar andare questo sentimento?  Se la risposta è sì  chiediti: quando? Se la risposta è ORA, lascia che gay sex la pallina o il bastone cada a terra e sentiti libero. Senti che la paura se n’è andata e adesso puoi concentrarti sul colpo.

Ricorda BENE: se nonostante l’esercizio continui a provare ansia e sbagli alcuni colpi a golf ripetilo stringendo il tuo “attaccamento” ancora + forte.

Alle mie clinic golfissati questo esercizio funziona solo dopo un po’ di prove, mai al primo colpo. In campo dopo adeguato allenamento funziona subito. La ripetizione del gesto simbolico del LASCIAR ANDARE allontana da te un pezzettino di ansia-paura ogni volta.

Quando giochi in campo, appena riconosci di stare creando potenziale superfluo con dubbi, paure, incertezze, aspettative fermati e fai l’esercizio. Stringi la tua mazza da golf che rappresenta il sentimento di dubbio, paura, ansia… e poi lasciala cadere a terra immaginando la tua liberazione totale da questi sentimenti negativi e distruttivi per il golf.

Poi vai deciso a eseguire il tuo colpo: la mggior parte delle volte funziona!

Probabilmente ti ritroverai a lasciar andare un po’ di più ogni volta che esegui l’esercizio. I risultati all’inizio potrebbero essere abbastanza lievi. Se sarai persistente, i risultati diventeranno, molto velocemente,  sempre più evidenti. Potresti notare di avere degli strati di emozioni residue che ti lasciano insicurezze. Tuttavia, ciò che lasci andare se ne va per sempre!DSC03141

Questo è uno degli esercizi che faremo alla clinic golfissati il 6-7 ottobre 2013 con me e Lorenzo Bosisio. Hai una buona ragione per prenotare subito… leggila QUI:

Clinic golfissati